35 Statistiche che vi convinceranno a fare pubblicità online

strategia digitaleQuando si tratta di marketing digitale molte aziende sono ancora titubanti a destinare parte del proprio budget alla pubblicità online.

Ritengono sia uno spreco di denaro o semplicemente non sono sicuri dei rendimenti, spesso rinunciano alla pubblicità online a favore di altre strategie di marketing inbound.
Sebbene il marketing inbound sia vitale per raggiungere, crescere e coinvolgere il pubblico online, è importante non trascurare i vantaggi della pubblicità online.

Ma non crederci sulla parola! Anche noi siamo scettici, valutiamo quindi statistiche e documentazioni provenienti da fonti  attendibili prima di proporre delle nuove soluzioni ai nostri Clienti.

Vi invitiamo quindi a valutare le seguenti statistiche di marketing digitale che convinceranno sicuramente anche i più scettici del fatto che la pubblicità online è una parte vitale di qualsiasi strategia di marketing digitale.

Le seguenti statistiche sono basate su ricerche a livello mondiale o in riferimento agli USA, pertanto faremo riferimento in $ dollari.

1. Per ogni $1 speso in Google Ads, le aziende guadagnano in media $2.

Se il ritorno sugli investimenti è una delle principali preoccupazioni quando si tratta di pubblicità online, questo è uno dei dati di marketing digitale che dovrebbe mettervi a proprio agio. Google Ads, o annunci PPC pubblicati tramite il motore di ricerca di Google, hanno il potenziale per generare entrate importanti per ogni attività. Le aziende in genere realizzano il doppio del proprio investimento quando fanno pubblicità su questa piattaforma.

2. Il 64% dei consumatori cliccherà su un annuncio Google per acquistare articoli online.

Mentre l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) richiede tempo per funzionare al meglio, gli annunci PPC forniscono risultati immediati. Questa statistica mostra che la maggior parte dei clienti che sono pronti per l’acquisto farà clic su un annuncio Google Ads.
pare evidente che gli annunci di Google siano utili per attirare lead qualificati, più bassi nella canalizzazione di marketing . Questo fornisce risultati più rapidi, consentendo di aumentare le conversioni quando vengono inclusi annunci Google come parte della strategia di marketing online.

3. I social media e la visione di contenuti video sono le due attività online più popolari (rif. 2019).

Secondo Smart Insights, utilizzare i social media e guardare video online sono due delle attività più comuni per le persone che navigano in Internet.

Sapevi che gli utenti guardano oltre 500 milioni di ore di video su base giornaliera? È un dato di fatto, uno studio recente ha dimostrato che l’85% dei consumatori ha maggiori probabilità di acquistare un prodotto dopo aver visto un video al riguardo. Quindi non sorprende che YouTube sia salutato come il secondo motore di ricerca più popolare dopo Google. Ed è anche la piattaforma video ad oggi più utilizzata, con oltre un miliardo di utenti.
Questa è una grande notizia per coloro che vogliono fare pubblicità online. Incorporando annunci sui social media e contenuti di annunci video nella strategia di pubblicità online, sarà possibile raggiungere un pubblico più ampio, ottenendo di più dal budget pubblicitario.

Strategie di marketing

4. Si prevede che entro il 2021 la spesa pubblicitaria digitale mondiale raggiungerà i 375 miliardi di dollari.

Con gli esperti che prevedono che la spesa per pubblicità e media digitali in tutto il mondo sarà di circa $ 375,80 miliardi in pochi anni, pare chiaro che la pubblicità online sia diventata un modo popolare per i Brands di raggiungere e coinvolgere il loro pubblico.

Ciò indica chiaramente che se si vuole rimanere competitivi, sarà necessario iniziare a fare pubblicità online. Con statistiche di marketing digitale come questa, ci sono buone probabilità che i concorrenti ne stiano già facendo una priorità.

marketing digitale

5. In media, il 46% degli utenti agisce dopo aver visualizzato un annuncio video.

I video tendono ad essere più accattivanti e coinvolgenti, il che significa che molti consumatori sono più disposti ad agire su un video rispetto ad altri tipi di annunci.
Aggiungendo la pubblicità video alla strategia di annunci online sarà possibile lavorare per aumentare i tassi di conversione ed aumentare le vendite.

6. Le campagne di annunci digitali geolocalizzate sono 20 volte più efficaci dei tradizionali banner pubblicitari.

Secondo Businesswire , gli annunci online geolocalizzati sono significativamente più efficaci degli annunci banner che non tengono conto della posizione. I consumatori di oggi vogliono che i loro annunci siano pertinenti e personalizzati. Ciò include la visualizzazione di contenuti correlati alla loro posizione.
L’uso di annunci online geolocalizzati aiuterà a migliorare le conversioni portando traffico più qualificato al sito web e alla posizione fisica del punto vendita.

7. Il 70% degli inserzionisti prevede di aumentare il budget per la pubblicità online su dispositivi mobili.

Probabilmente non solo i tuoi concorrenti stanno già utilizzando annunci online per raggiungere e coinvolgere il loro pubblico di destinazione, ma le statistiche del marketing digitale indicano che hanno intenzione di proseguire su questa strada per molto, molto tempo. Man mano che i concorrenti aumenteranno il budget per la pubblicità , sarà importante rivalutare il budget pubblicitario previsto per i social media per verificare di ottenere abbastanza dai propri annunci in versione mobile.

8. Oltre il 51% degli utenti ha trovato nuovi Brand o prodotti durante la ricerca dallo smartphone.

Studi condotti da Google mostrano che oltre la metà di coloro che usano smartphone li utilizzi per trovare nuovi Brand e prodotti. Questa è solo una delle tante statistiche di marketing digitale che mostrano l’importanza di includere annunci per dispositivi mobili come parte della strategia di pubblicità online. Gli annunci per dispositivi mobili aiutano il Brand a sfruttare quei “micro momenti” in cui i consumatori sono pronti a scoprire nuovi prodotti o a cercare attività commerciali da cui acquistare.

9. Quando nei video sono inserite full-page ADS il coinvolgimento aumenta del 22%.

Gli annunci puramente testuali non sono sufficienti per catturare l’attenzione del pubblico di destinazione. Per aumentare i tassi di coinvolgimento degli annunci online è utile combinare il video con un annuncio full-page.
I contenuti video possono aiutare il pubblico a capire cosa si stà cercando di comunicare. Per non parlare, i consumatori tendono a conservare più informazioni quando guardano un video piuttosto che leggere un testo.

10. Solo il 7% degli utenti dei motori di ricerca arriverà alla terza pagina dei risultati.

Con meno del 10% degli utenti dei motori di ricerca che arrivano alla terza, è abbastanza chiaro che non essere tra i primi risultati di ricerca significa non avere l’opportunità di raggiungere e coinvolgere il pubblico. Gli annunci PPC sono un ottimo modo per integrare i risultati SEO organici apparendo nella parte superiore della pagina dei risultati nei motori di ricerca.

11. L’80% dei consumatori ricorderà un annuncio video visualizzato negli ultimi 30 giorni.

Gli annunci video online sono un ottimo modo per invadere il mercato online. Questo tipo di contenuto tende ad essere più facilmente ricordato perché la maggior parte dei consumatori conserva più informazioni da un video di quante ne possa trarre da un testo. Per comunicare qualcosa di importante verso il tuo pubblico con l’obiettivo che se lo ricordi, utilizzare un video annuncio è la strada giusta.

12. Il tasso medio di conversione da smartphone è aumentato del 64%.

Non solo gli utenti di smartphone convertono direttamente dai loro dispositivi mobili, ma i tassi di conversione sono in costante aumento.
Indipendentemente dal tipo di attività commerciale, è fondamentale che gli annunci siano predisposti per i dispositivi mobili. E che siano incluse campagne pubblicitarie specifiche volte a raggiungere e convertire questa tipologia di utenti.

13. Il 37% degli acquirenti online utilizza i social media come fonte di ispirazione.

Oltre un terzo degli acquirenti online utilizza i social media per prendere decisioni sugli acquisti, oltre a connettersi con amici e familiari. Questa percentuale è superiore a molte altre forme di media online che si stanno utilizzando per prendere una decisione di acquisto definitiva.
I Brands che pubblicizzano sui social media hanno l’opportunità di raggiungere un maggior numero di consumatori pronti ad acquistare, influenzando anche la loro decisione di acquisto.

14. Gli e-commerce che creano video dei prodotti possono aumentare gli acquisti del 144%.

Questa è una delle statistiche del marketing digitale che chiarisce quanto gli e-commerce debbano utilizzare i video per vendere i loro prodotti online. Ma perché i video dei prodotti aumentano i tassi di conversione?
È possibile che i consumatori preferiscano i contenuti video o anche che le informazioni sui prodotti siano più facili da comprendere quando sono presentate in un formato video. In entrambi i casi, è indispensabile utilizzare il video per spiegare i vantaggi dei singoli prodotti.

15. Il 64% dei consumatori online dichiara che la visione di un video Facebook li ha influenzati negli acquisti.

Ogni azienda è alla ricerca di modi per influenzare le decisioni di acquisto del proprio pubblico. Ciò che viene chiarito da questa e da molte altre statistiche di marketing digitale è che sia i video che i social media svolgono un ruolo significativo nel raggiungere e coinvolgere il pubblico in target, indipendentemente da quale esso sia. Per risultati ottimali è possibile unire i due canali creando contenuti video accattivanti e coinvolgenti solo per Facebook.

16. Le percentuali di visualizzazioni complete degli annunci video sono un costante aumento, raggiungendo il 70% nel 2017.

Nel 2017, i tassi complessivi di visualizzazioni complete degli annunci video hanno raggiunto un costante 70%, rispetto al 47% del 2015. E’ evidente che sempre più esperti di marketing stiano sperimentando annunci video.
Stanno trovando il modo di garantire che venga mantenuta l’attenzione dello spettatore incoraggiandolo ad agire in base alle informazioni presentate. Per migliorare le percentuali di visualizzazione dei video è ideale mantenere annunci video brevi ed utili, con contenuti scritti e visivi accattivanti.

17. Il 73% dei consumatori non ama gli annunci pop-up.

Numerosi studi e statistiche di marketing digitale hanno dimostrato che i consumatori non rispondono agli annunci pop-up. Sono altamente distruttivi e frustranti per i consumatori che stanno cercando di concentrarsi sulle loro ricerche. Cosa significa per il tuo business? La soluzione è eliminare i popup a favore di contenuti pubblicitari online più efficaci e coinvolgenti, come annunci sui social media o contenuti video nativi.

18. Circa 3,03 miliardi di persone in tutto il mondo sono attive sui social media.

Sapete che quasi metà della popolazione mondiale è attiva sui canali dei social media? Ciò rende piattaforme come Facebook, Instagram e LinkedIn un ottimo posto per pubblicizzare prodotti e servizi online. Permetterà di raggiungere un pubblico più vasto e più coinvolto ad un prezzo ragionevole.

19. Il 72% dei consumatori si aspetta che i Brand condividano sconti e promozioni sui social media.

Questa è una buona notizia per le strategie pubblicitarie e per i contenuti organici sui social media. Per offrire al pubblico di destinazione il preciso tipo di contenuto che desidera, perché non condividere promozioni e vendite imminenti? Magari inserendo un coupon, tanto per rendere felici fan e follower.

strategia digitale

20. In media, 1,57 miliardi di utenti YouTube guarderanno 5 miliardi di video al giorno.

Tante statistiche di marketing digitale indicano l’importanza dei contenuti video. Ma il numero di utenti e il numero di video che guardano singolarmente è una testimonianza della potenza del video come mezzo di marketing digitale. E’ ora di iniziare ad includere i video come parte della strategia di marketing digitale.

21. Quasi il 60% dei marketers ritiene che gli influencer saranno sempre più importanti nei prossimi 3 anni.

Anche se potrebbe non essere adatto a tutti i Brand, l’influencer marketing è diventato un modo molto popolare per raggiungere e coinvolgere un nuovo pubblico che potrebbe adattarsi all’offerta di prodotti o servizi di un Brand. Molti esperti di marketing ritengono che questa forma di pubblicità online sia efficace. Al punto che il 57% di loro prevede che integreranno gli influencer in tutte le loro attività di marketing nei prossimi anni.

22. Gli investimenti in pubblicità online su Facebook raggiungeranno $ 25,56 miliardi entro il 2020.

Questa è una delle statistiche del marketing digitale che probabilmente non è troppo difficile da immaginare. Essendo una delle piattaforme di social media più popolari al mondo, Facebook ha molti utenti coinvolti che visitano e interagiscono regolarmente. Quindi non dovrebbe sorprendere che si prevede che la spesa pubblicitaria di Facebook raggiungerà $ 25,56 miliardi entro fine 2019. Poiché Facebook continuerà a migliorare la sua piattaforma pubblicitaria, le aziende potranno godere in futuro di ulteriori vantaggi.

23. In media, ogni persona riceve circa 1.700 banner pubblicitari ogni mese, ma ne visualizza solo la metà.

Può sembrare una delle statistiche di marketing digitale più sorprendenti, ma può avere un impatto significativo sulle attività se stanno utilizzando banner pubblicitari.
Se ritieni che i banner pubblicitari non lo stiano tagliando, cerca modi alternativi per raggiungere e coinvolgere i tuoi clienti online.

24. Oltre il 70% dei marketers non riuscirà ad utilizzare dati comportamentali per il targeting degli annunci.

I dati comportamentali aiutano a comprendere meglio i clienti e a creare campagne pubblicitarie online personalizzate. Per raggiungere un segmento specifico del mercato di riferimento analizza cosa dicono i dati sui loro comportamenti online.

25. Circa 4 aziende su 5 sceglieranno Google Ads per le campagne PPC.

Con la popolarità del motore di ricerca di Google non ci si dovrebbe sorprendere che la maggior parte delle aziende utilizzi la piattaforma per le proprie campagne PPC.
Se i concorrenti utilizzano annunci PPC come parte della loro strategia di marketing online significa che anche loro si concentrano su Google.
Cosa significa questo? Significa che è idoneo prendere in considerazione l’idea di investire una parte maggiore del budget PPC in Google Ads.

26. Per l’utente medio i social media occupano il 33% del tempo trascorso online.

Un marketing digitale efficace richiede di incontrare i clienti dove si trovano in un determinato momento. Poiché gli utenti di Internet trascorrono in media un terzo del loro tempo online sui social media, è fondamentale che le aziende includano annunci sui social media come parte della loro strategia di pubblicità online.

strategie di marketing 2

27. Gli annunci con scheda di prodotto (PLA) su Google hanno rappresentato il 52% dei clic sugli annunci di ricerca al dettaglio nel 2018.

State utilizzando annunci con scheda di prodotto come parte delle campagne di annunci Google? In caso contrario potreste perdere un’occasione importante per aumentare le conversioni. La percentuale di clic sugli annunci provenienti dagli annunci con scheda di prodotto aumenta ad una velocità molto più rapida rispetto agli annunci di testo.

28. I visitatori che provengono da annunci PPC convertono di più rispetto a quelli provenienti dalla ricerca organica.

Il motivo per cui gli annunci PPC hanno in genere tassi di conversione più elevati è perché le persone che cliccano su questi annunci si trovano ad uno step avanzato nel percorso Utente.
Mentre i visitatori della ricerca organica possono trovarsi nella fase di ricerca del processo di acquisto, quelli che cliccano sugli annunci sono in genere già pronti ad effettuare un acquisto. Sebbene i contenuti organici siano importanti per portare nuovi lead e guidarli attraverso la canalizzazione di marketing, è utile integrare la strategia di marketing digitale organico con annunci a pagamento che forniscono conversioni rapide.

29. Il 52% degli acquirenti online tramite annuncio PPC contatteranno l’Azienda

Come abbiamo già visto in precedenza, i consumatori che interagiscono con gli annunci PPC sono in genere più avanti nella canalizzazione di marketing. Ciò significa che sono pronti per l’acquisto o in procinto di prendere una decisione a riguardo. Ecco perché più della metà degli acquirenti online che interagiscono con un annuncio PPC probabilmente contatteranno l’azienda. O hanno bisogno di ulteriori informazioni o sono pronti per l’acquisto.

30. Gli annunci PPC possono aumentare la consapevolezza del Brand fino al 46%.

Di tutte le statistiche di marketing digitale di cui sopra, nessuna ha ancora toccato una delle parti più importanti per coinvolgere i consumatori nelle prime fasi del processo di acquisto: creare consapevolezza del Brand. Quando gli annunci PPC vengono visualizzati nella parte superiore della pagina dei risultati del motore di ricerca di Google, si stà creando consapevolezza del Brand .
Anche se il consumatore non clicca sull’annuncio, continua comunque a vedere il Brand, leggere i suoi messaggi ed acquisendo familiarità.

31. La maggior parte dei consumatori identificherà la “pubblicità nativa” (Native Advertising) come articolo anziché come annuncio.

Nell’odierno mercato digitale alcuni consumatori sono diventati diffidenti nei confronti degli annunci o addirittura ciechi nei loro confronti. Ecco dove la Native advertising può aiutare. Pubblicando contenuti pubblicitari che risultano all’occhio umano come un articolo o un contenuto all’interno del feed tipico del consumatore, è possibile catturare i consumatori a cui non piacciono le pubblicità.

32. Amazon è ad oggi il terzo più grande venditore di annunci digitali negli Stati Uniti.

Secondo eMarketer, Amazon è il terzo più grande venditore di annunci digitali negli Stati Uniti. Si prevede che Amazon porterà un totale di $ 4,61 miliardi di annunci digitali entro fine 2019. Questa tendenza al rialzo suggerisce che Amazon potrebbe essere un grande contendente per la pubblicità online nei prossimi anni.

33. Facebook rimane la piattaforma di social media più popolare sia per il marketing B2B che B2C.

Se la vostra attività non è su Facebook, è ora di iniziare a valutarlo. Facebook rimane una delle piattaforme di social media più popolari sia per B2B che B2C.
Non solo la piattaforma vanta milioni di utenti attivi, ma offre anche una sofisticata piattaforma pubblicitaria che consente di indirizzare i consumatori in modo estremamente targettizzato.

facebook ads

34. L’80% dei marketers utilizza il targeting geolocalizzato per gli annunci Mobile ADS.

Gli annunci per dispositivi mobili con targeting geografico sono uno dei modi migliori per raggiungere un target specifico. E’ possibile offrire promozioni specifiche e pertinenti ai consumatori vicini che hanno maggiori probabilità di essere interessati a prodotti, servizi o al Brand.

35. Chi investe oltre il 10% del budget in analisi e statistiche ha una probabilità 3 volte maggiore di superare gli obiettivi di vendita del 25%.

È importante ricordare che il successo della pubblicità online va oltre la semplice pubblicazione di tuoi annunci. Le statistiche del marketing digitale mostrano costantemente che coloro che controllano le proprie campagne pubblicitarie online e si adeguano, se necessario, hanno maggiori probabilità di raggiungere o superare il proprio obiettivo di vendita.
Assicuratevi di disporre di un piano di misurazione ed investite negli strumenti giusti per tenere traccia dei progressi e identificare le aree di miglioramento.

Contattaci per saperne di più su come aumentare traffico e profitti attraverso la pubblicità online.

 

Le nostre fonti: